RICOMINCIA IL CATECHISMO!!!

Carissimi,
con grande gioia, vi vogliamo raccontare che il catechismo, che solitamente iniziava ad ottobre, sta ripartendo!

È consuetudine lasciare il tempo alle famiglie di riprendere il ritmo dell’inizio della scuola, organizzarsi con le attività sportive prima di inserire nella loro routine anche il catechismo. 

Tuttavia quest’anno è stato necessario più tempo, a causa delle difficoltà organizzative che la situazione sanitaria di questi mesi ci ha posto.

Dopo aver celebrato con relativa serenità le Cresime e le Prime Comunioni a settembre, abbiamo ripensato come poter rispettare le norme di distanziamento e mantenere i giorni “di frequenza” a cui le famiglie sono abituate, dando la preferenza ad una ripresa in presenza perché il cuore del catechismo è sempre stato la relazione. 

Quindi ecco di seguito la nostra attuale proposta per ciascuna fascia d’età cominciando dai più grandi.

Prima e seconda media: hanno incominciato già dai primi di novembre con uno speciale incontro settimanale in chiesa, in sostituzione degli incontri a gruppi alterni che si erano pensati ad ottobre. Si prosegue ora alternando incontro in chiesa partecipando alla Messa a loro dedicata il mercoledì e uno online la settimana successiva. 

La quinta elementare, che ha ricevuto la Prima Comunione a settembre, ripartirà a breve e le catechiste sono sempre in contatto con le famiglie. 

La quarta e la terza elementare, dopo alcuni tentativi per trovare la formula migliore, su richiesta della maggioranza dei genitori, si incontrerà online rispettivamente il giovedì e il mercoledì. 

La seconda elementare, fascia d’età in cui comincia il catechismo, richiede invece un’attenzione particolare, e abbiamo preferito aspettare di poter riprendere gli incontri in presenza per poterli introdurre al meglio a questo cammino.

Invitiamo i genitori di questi bambini a partecipare alla vita comunitaria ricordando che i primi catechisti sono loro.
Qualora ci fossero proposte migliori vi invitiamo a proporle al parroco. 
Ricordiamo infine a tutti che le Sante Messe si svolgono regolarmente e nel pieno rispetto delle norme anticovid.

Ripartire non è mai stato così difficile, ma ci proviamo!!!

 

Il don e le catechiste

PRIMA DOMENICA DI AVVENTO

Pregare e amare, ecco la vigilanza!
Come ridestarci da questo sonno dell’indifferenza? Con la vigilanza della carità. Per portare luce a quel sonno della mediocrità, della tiepidezza, c’è la vigilanza della preghiera. Per ridestarci da questo sonno dell’indifferenza c’è la vigilanza della carità. La carità è il cuore pulsante del cristiano: come non si può vivere senza battito, così non si può essere cristiani senza carità. A qualcuno sembra che provare compassione, aiutare, servire sia cosa da perdenti! In realtà è l’unica cosa vincente, perché è già proiettata al futuro, al giorno del Signore, quando tutto passerà e rimarrà solo l’amore. È con le opere di misericordia che ci avviciniamo al Signore. Lo abbiamo chiesto oggi nell’orazione Colletta: «Suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene». La volontà di andare incontro a Cristo con le buone opere. Gesù viene e la strada per andargli incontro è segnata: sono le opere di carità.
Papa Francesco - Domenica 29 novembre 2020

LETTERA DEL VESCOVO ALLA CHIESA DI GENOVA

Il nostro nuovo vescovo, padre Marco Tasca, scrive una lettera alla Chiesa di Genova indicando il cammino da seguire riassunto in quattro parole essenziali: liturgia, testimonianza, servizio, comunione.

Liturgia, testimonianza, servizio sono come arricchite dalla comunione (koinonia) che genera la Chiesa e la fa crescere. Dall’annuncio della Parola e dal Pane spezzato nasce la comunione tra i credenti; essi non sono mai soli nella testimonianza negli ambiti di vita e nel servizio. La comunione è il respiro della Chiesa. È qualcosa di più che “sentirsi uniti”, è appartenere a Cristo e al suo Corpo. La comunione, dono divino deve essere attentamente custodita, coltivando la stima reciproca e la benevolenza gli uni verso gli altri. Rinnovo le mie prime parole: “chiedo a Dio – e vi invito a chiedere con me e per me – che la mia missione tra voi sia caratterizzata dalla costante ricerca della comunione, del dialogo, della relazione fraterna”

Testo integrale della lettera

Lo Spirito
chiama
anche oggi
uomini
e donne
perché
si mettano
in cammino
per andare
incontro
ai tanti che
attendono
di conoscere
la bellezza,
la bontà
e la verità
della fede
cristiana
PAPA FRANCESCO
@Pontifex.it 11 mag 2021

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere inserito nella newsletter parrocchiale e rimanere sempre aggiornato con le ultime novità.