PRANZO DELLA PARROCCHIA + FESTA DEI BATTESIMI

Domenica 13 gennaio
Ci vediamo alla Messa parrocchiale delle 10.30 e poi pranziamo tutti insieme nella casetta San Siro; un'ottima pasta è garantita per tutti, basta portare qualcosa da condividere.
Non è necessario prenotare, tutti i parrocchiani sono invitati senza limite di età.
Festeggeremo insieme anche tutti i battesimi celebrati durante l'anno passato!!!

NATALE DEL SIGNORE

Vieni sempre Signore
Vieni di notte, ma nel nostro cuore è sempre notte:
e dunque vieni sempre, Signore.
Vieni in silenzio, noi non sappiamo più cosa dirci:
e dunque vieni sempre, Signore.
Vieni in solitudine, ma ognuno di noi è sempre più solo:
e dunque vieni sempre, Signore.
Vieni figlio della pace, noi ignoriamo cosa sia la pace:
e dunque vieni sempre, Signore.
Vieni a liberarci, noi siamo sempre più schiavi:
e dunque vieni sempre Signore.
Vieni a consolarci, noi siamo sempre più tristi:
e dunque vieni sempre Signore.
Vieni a cercarci, noi siamo sempre più perduti:
e dunque vieni sempre Signore.
Vieni, tu che ci ami, nessuno è in comunione col fratello
se prima non è con te, o Signore.
Noi siamo tutti lontani, smarriti,
né sappiamo chi siamo, cosa vogliamo:
vieni, Signore. Vieni sempre, Signore.

                         David Maria Turoldo

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO

Il mistero dell'incontro dell'uomo con Dio
È evidente il contrasto tra Maria, che ha avuto fede, e Zaccaria, il marito di Elisabetta, il quale aveva dubitato, e non aveva creduto alla promessa dell’angelo e per questo rimane muto fino alla nascita di Giovanni. È un contrasto.
Questo episodio ci aiuta a leggere con una luce del tutto particolare il mistero dell’incontro dell’uomo con Dio. Un incontro che non è all’insegna di strabilianti prodigi, ma piuttosto all’insegna della fede e della carità. Maria, infatti, è beata perché ha creduto: l’incontro con Dio è frutto della fede. Zaccaria invece, che ha dubitato e non ha creduto, è rimasto sordo e muto. Per crescere nella fede durante il lungo silenzio: senza fede si resta inevitabilmente sordi alla voce consolante di Dio; e si resta incapaci di pronunciare parole di consolazione e di speranza per i nostri fratelli.
Papa Francesco - Angelus - domenica 23 dicembre 2018

Chiediamo
oggi
la grazia
di lasciarci
stupire
dalle sorprese
di Dio,
di non ostacolare
la sua creatività,
ma di favorire
l'incontro
dei cuori
con il Signore
PAPA FRANCESCO
@Pontifex.it 16 ott 2019

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere inserito nella newsletter parrocchiale e rimanere sempre aggiornato con le ultime novità.