CATECHESI DEL MERCOLEDI' DI PAPA FRANCESCO

Mercoledì 23 settembre
"Guarire il mondo" (8): Sussidiarietà e virtù della speranza
 Non proviamo a ricostruire il passato, il passato è passato, ci aspettano cose nuove. Il Signore ha promesso: “Io farò nuove tutte le cose”. Incoraggiamoci a sognare in grande cercando questi ideali, non proviamo a ricostruire il passato, soprattutto quello che era iniquo e già malato, che ho nominato già come ingiustizie. Costruiamo un futuro dove la dimensione locale e quella globale si arricchiscano mutualmente, - ognuno può dare il suo, ognuno deve dare del suo, la sua cultura, la sua filosofia, il suo modo di pensare -, dove la bellezza e la ricchezza dei gruppi minori anche dei gruppi scartati possa fiorire perché pure lì c’è bellezza, e dove chi ha di più si impegni a servire e a dare di più a chi ha di meno.
UDIENZA DI PAPA FRANCESCO 23 SETTEMBRE

CINEMA ESTIVO ALL'APERTO

Dal 10 agosto al 18 settembre il nostro cinema all'aperto si sposta ai Parchi di Nervi.
Proiezioni tutte le sere alle ore 21.15

Programma fino al 18 settembre


LETTERA DEL VESCOVO ALLA CHIESA DI GENOVA

Il nostro nuovo vescovo, padre Marco Tasca, scrive una lettera alla Chiesa di Genova indicando il cammino da seguire riassunto in quattro parole essenziali: liturgia, testimonianza, servizio, comunione.

Liturgia, testimonianza, servizio sono come arricchite dalla comunione (koinonia) che genera la Chiesa e la fa crescere. Dall’annuncio della Parola e dal Pane spezzato nasce la comunione tra i credenti; essi non sono mai soli nella testimonianza negli ambiti di vita e nel servizio. La comunione è il respiro della Chiesa. È qualcosa di più che “sentirsi uniti”, è appartenere a Cristo e al suo Corpo. La comunione, dono divino deve essere attentamente custodita, coltivando la stima reciproca e la benevolenza gli uni verso gli altri. Rinnovo le mie prime parole: “chiedo a Dio – e vi invito a chiedere con me e per me – che la mia missione tra voi sia caratterizzata dalla costante ricerca della comunione, del dialogo, della relazione fraterna”

Testo integrale della lettera

L'attuale pandemia
ha evidenziato
la nostra
interdipendenza:
siamo tutti legati,
gli uni agli altri,
sia nel male
che nel bene.
Perciò,
per uscire migliori
da questa crisi,
dobbiamo
farlo insieme,
tutti quanti,
nella solidarietà
PAPA FRANCESCO
@Pontifex.it 3 sett 2020

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere inserito nella newsletter parrocchiale e rimanere sempre aggiornato con le ultime novità.