CATECHESI DEL MERCOLEDI' DI PAPA FRANCESCO

Mercoledì 14 febbraio
Liturgia della Parola: III. Il Credo e la preghiera universale
Recitato da tutta l’assemblea, il Credo manifesta la comune risposta a quanto insieme si è ascoltato dalla Parola di Dio (cfr Catechismo della Chiesa Cattolica, 185-197). C’è un nesso vitale tra ascolto e fede. Sono uniti. Questa - la fede -, infatti, non nasce da fantasia di menti umane ma, come ricorda san Paolo, «viene dall’ascolto e l’ascolto riguarda la parola di Cristo» (Rm 10,17). La fede si alimenta, dunque, con l’ascolto e conduce al Sacramento. Così, la recita del “Credo” fa sì che l’assemblea liturgica «torni a meditare e professi i grandi misteri della fede, prima della loro celebrazione nell’Eucaristia» (Ordinamento Generale del Messale Romano, 67)...
...E in questo momento della preghiera universale dopo il Credo, è il momento di chiedere al Signore le cose più forti nella Messa, le cose di cui noi abbiamo bisogno, quello che vogliamo.
UDIENZA DI PAPA FRANCESCO 14 FEBBRAIO
Per trasmettere
la fede
abbiamo
bisogno
dello Spirito Santo,
da soli
non possiamo
PAPA FRANCESCO
@Pontifex.it  13 feb 2018

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere inserito nella newsletter parrocchiale e rimanere sempre aggiornato con le ultime novità.